Get Adobe Flash player

LA VETRERIA


Venne costruita a opera di una ditta tedesca (la Stoelcker), tra il 1923 e il 1925, una vetreria a Fiumicino per produrre bottiglie di vetro a ciclo continuo. La SAIV (Società Anonima per l’Industria del Vetro) fu la prima industria di Fiumicino, ma lasciò segni indelebili nella costruzione del tessuto sociale ed economico del luogo. In soli sei anni riuscì ad arrivare a competere con le grandi industrie estere, che vantavano di un’ampia produzione. La posizione strategica della vetreria le consentiva di accedere più facilmente alle risorse trasportate, grazie al vicino raccordo ferroviario. Inoltre, dalle chiatte ormeggiate si poteva rifornire le tramogge con carbone e sabbia, elementi necessari per la produzione.

L’impianto era autonomo, si produceva da sé i gas per i forni e l’energia elettrica necessaria per la teleferica e per far funzionare le grandi turbine che immettevano aria fresca per gli operai dei forni, alleviando le fatiche. Il complesso si componeva di sei edifici principali, ossia: una palazzina per gli uffici, un magazzino per lo stoccaggio merci, un edificio per la centrale termoelettrica, uno per lo stoccaggio di materie prime, ovviamente uno per la produzione e infine una rimessa per il locomotore. Tuttavia, nel 1935 cessa la sua produzione (forse a causa di un’eccessiva produzione invenduta) la , e verrà colpito in parte durante la guerra, durante la ritirata tedesca dove i nazisti distrussero la ciminiera (alta 64 metri) e la teleferica; ciò lascerà la vetreria in stato di abbandono. Ma le trasformazioni avvengono sempre, in un modo o nell’altro.

 Durante gli anni Novanta, infatti, venne riconosciuta l’importanza della vetreria come motore di industrializzazione moderna nella crescita economica e sociale di Fiumicino, e la Soprintendenza dei Beni Ambientali e Architettonici ha approvato il progetto in cui l’edificio veniva riqualificato in albergo. Inoltre, le strutture originarie dovevano essere mantenute. 

L’intervento doveva realizzare delle strutture più solide laddove ve ne era la necessità ma anche l’adeguamento delle strutture già precedentemente esistenti, aumentando le sezioni di travi e pilastri. Vennero preparati i supporti, seguendo un iter preciso: vennero demolite le parti di calcestruzzo degradate, con asportazione dell’armatura ossidata con sabbiatura e, in seguito, venne applicata una pittura bicomponente passivante per proteggere meglio l’edificio. Poi si entra nella fase di ripristino, integrando all’armatura dell’edificio ferri aggiuntivi, insieme alle operazioni finali di riqualificazione.

È possibile ammirare l’edificio che fu l’ex Vetreria in Via Portuense, 2470.

 

Fonti:

http://english.ruredil.it/schede_referenzeENG/Ruredil_referenze2005_46.pdf

NEWS

ORARI DI APERTURA INFO POINT:


UFFICIO (PIAZZA GRASSI, 12)

LUNEDÌ E GIOVEDÌ: 

15.00 - 19.00

MARTEDÌ, MERCOLEDÌ, VENERDÌ E SABATO: 

09.00 - 13.00

TRENO STORICO (VIA DELLA TORRE CLEMENTINA)

LUNEDÌ: 15.30 - 18.30

MARTEDÌ, GIOVEDÌ, VENERDÌ:

10.00 - 12.30 / 15.30 - 18.00

SABATO E DOMENICA:

10.00 - 12.30 / 15.30 - 19.00

 

POTETE CONTATTARCI TELEFONICAMENTE

AI NUM. 0665047520 (UFFICIO) 3293682161 (TRENO STORICO)

O ALL'INDIRIZZO E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

ORARI SOLLEVAMENTO PONTE DUE GIUGNO E PASSERELLA 

LUNEDÌ: ore 9:30 ed ore 15:00
GIOVEDÌ: ore: 9:30 ed ore 15:00
VENERDÌ: ore: 9:30 ed ore 15:00
SABATO: ore 9:30 e ore 15:00
DOMENICA E FESTIVI: ore 9:00 e ore 15:00

 

BIBLIOTECA COMUNALE "VILLA GUGLIELMI"

Indirizzo:  Via della Scafa, 46

Tel.:  06652108420/8421  

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.